La Camera Penale di Siena

La camera Penale di Siena è una libera associazione privata denominata  tra iscritti all'Albo degli Avvocati ed al Registro dei Praticanti Abilitati al patrocinio del Foro di Siena interessati alla formazione dell’avvocato penalista ed alla ricerca nel diritto penale processuale e sostanziale, nonché a tutti i problemi, anche organizzativi e funzionali, relativi all'esercizio della giurisdizione penale ed in particolare all'effettivo esercizio della difesa penale. In particolare, la Camera penale si propone di:

a) assumere ogni iniziativa utile alla formazione, alla informazione ed all’aggiornamento degli associati nelle materie penalistiche;

b) promuovere periodici incontri con magistrati, avvocati di altri Fori, esperti, docenti universitari ed altri operatori giudiziari, su temi specifici di carattere teorico-pratico, nonché su

questioni organizzative o comunque attinenti alla realizzazione della piena effettività della difesa penale e al migliore funzionamento della giustizia penale;

c) promuovere idonea informazione sulla normativa vigente in materia di difesa d'ufficio e di gratuito patrocinio; vigilare sulla corretta applicazione delle disposizioni di legge in materia di difesa d'ufficio e di patrocinio dei non abbienti e sul rispetto dei criteri stabiliti per la formazione delle liste dei difensori d'ufficio;

d) vigilare sul rispetto, da parte degli organi dell'informazione, del principio di non colpevolezza, del segreto delle indagini e dei diritti inviolabili delle persone protetti dalla Costituzione, da convenzioni internazionali e da norme di diritto civile, penale e processuali;

e) promuovere, per la realizzazione dello scopo di cui al punto che precede, periodici incontri con gli organi dell’informazione e con i competenti organi giudiziari;

f) curare i rapporti con le altre Camere Penali Italiane e associazioni di professionisti che operano in Italia e nella Unione Europea, partecipando anche ad iniziative comuni;

g) elaborare proposte di modifiche o integrazioni legislative nella materia penale e processuale;

i) promuovere ogni iniziativa utile a rimuovere eventuali ostacoli da chiunque posti alla piena ed effettiva realizzazione di questo diritto;

l) curare in sede locale l'attuazione delle iniziative e delle deliberazioni della Unione delle Camere Penali Italiane ove la Camera penale di Siena vi aderisca.