L'Unione delle Camere Penali Italiane

L’Unione della Camere Penali Italiane, fondata nel 1982, è una associazione di penalisti cui aderiscono 131 Camere Penali territoriali costituite nel territorio del circondario di un Tribunale, oppure nel territorio dello stesso distretto in cui sono compresi più circondari di Tribunale. Ad esse sono iscritti più di 8000 avvocati penalisti.

 

Il Presidente dell’Unione e la Giunta, composta da 12 membri, costituiscono l'organo di Governo dell'Unione e vengono eletti ogni due anni da parte del Congresso al quale partecipano i delegati designati da ciascuna Camera Penale, in numero proporzionale rispetto ai propri iscritti.

 

II Consiglio delle Camere Penali è formato dai Presidenti di ciascuna Camera Penale aderente all'Unione e ha, fra le altre, funzioni di raccordo fra la Giunta e le Camere Penali territoriali.

 

L'Unione promuove la conoscenza, la diffusione, la concreta realizzazione e la tutela dei valori fondamentali del diritto penale e del giusto ed equo processo penale, elaborando studi ed organizzando iniziative culturali e politiche volte a migliorare il sistema penale e processuale penale. Opera inoltre al fine di garantire la corretta applicazione delle norme di legge e per sostenere le riforme dell'ordinamento giudiziario coerenti con i valori di indipendenza, autonomia e terzietà del giudice. Tutela inoltre, anche attraverso l'elaborazione di proposte di riforma legislativa, il prestigio ed il rispetto della funzione del difensore, affinché i diritti e le prerogative dell'avvocatura ed il diritto di difesa siano garantiti conformemente alle norme costituzionali e internazionali.